Chiamata Settimanale Hangout Assobit


La call su hangout coordinata dal Vicepresidente Giacomo Zucco ha avuto Questa settimana alcuni argomenti interessanti

Partecipanti

hanno partecipato:

  • Giacomo Zucco Vicepresidente
  • Gabriele Domenichini Presidente
  • Massimo Chiriatti Membro Fondatore e responsabile rapporti con i media
  • Marco Rubichi Nuovo Membro che abbiamo sentito per la prima volta
  • Dario Giudici di Siamosoci
  • Vincenzo Aguì Membro Fondatore
  • Thomas Bertani Membro Fondatore
  • Guido Baroncini Turricchia di Helperbit Membro Fondatore
  • Stefano Pepe Membro Fondatore

Argomenti trattati

Meet up di Torino

Vincenzo Aguì consulente di Sella Lab ci ha raccontato che il meet up Torinese è andato molto bene. C’erano 25 persone di cui la grande maggioranza di nuova conoscnza. Il meet up si è tenuto nella sede di Sella Lab di Torino (normalmente si teneva a Biella).

Pensano di ripetere la cosa il primo o il secondo lunedì del mese.

Una concomitanza con il meet up Milanese è sconsigliabile perchè alcuni Milanesi hanno manifestato l’interesse ad andare Torino e poter moltiplicare i meet up.

Il sito web nuovo

Il presidente ha esposto lo stato di avanzamento dei lavori e chiesto un coinvolgimento sul sito in quanto concepito per la collaborazione. Hanno tutti condiviso il principio e promesso un maggiore coinvolgimento e contributoi fattivo non appena le numerose attività in corso lo permetteranno.

Il go-live potrebbe avvenire tramite “ACK” su github ma potrebbe essere invece essere un semplice silenzio assenso.

Il presidente ha chiesto un parere su come strutturare la form dei contatti e se fosse ben accetto il fatto di poter compilare il modulo on line.

Permissioned Blockchains

Una domanda di un membro su R3 ha suscitato una discussione esplicativa sull’attività di R3 e di DAH nel campo degli “shared ledgers” e sulle blockchains “addomesticate”. Gli associati sono in generale convinti che non hanno un vasto nè semplice campo di utilizzo e tradiscono almeno in parte molte delle promesse della blockchain pubblica. Alcuni puntualizzano comunque che in ambito privato possano avere alcune efficaci applicazioni specifiche.

DAO

Le decentralized Autonomous Organizations hanno avuto uno spazio grazie anche all’interessamento di Giorgio Mazzoli e alla presenza concomitante nella chat Telegram di Thomas Bertani, Vincenzo Aguì, Stefano Pepe e Guido Baroncini Turricchia. Si era sviluppata in quella sede la possibilità che qualcosa potesse avvenire sopratutto nel campo dell’identificazione digitale grazie alle teorie di Giorgio e ai devices di Stefano.

Durante la chat si è deciso di continuare a discuterne per tenere l’argomento caldo. Ivan Vaghi che era stato posto a capo del progetto DAO ha fatto sapere tramite Giacomo Zucco di non riuscire più a seguirlo come desidererebbe e e questi ha chiesto se qualcuno di noi vuole raccogliere il testimone. Dato l’ambizione del progetto e la scarsità del tempo a disposizione dei membri si è deciso di mantenere calda la discussione ma di congelare le attività.

Nuove iscrizioni

Almeno tre grosse istituzioni dovrebbero entrare come soci a gennaio. Il Presidente e il Vicepresidente si sono resi disponibili a recarsi nelle sedi per accellerare e stimolare il processo burocratico. Sarà per tutti ovviamente un’ottima occasione per conoscersi e per parlare dell’associazione e delle tecnologie blockchain.